+39 331 2294845
info@salvatorescuotto.com
Lucca, Tuscany, Italy
P.IVA 02464300462
Seguimi su instagram

Blog

  /  Blog   /  Il logo – Quali files devo ricevere?

Il logo – Quali files devo ricevere?

“Ho il logo ma non ho le versioni che mi richiedono per la stampa, puoi pensarci tu?”

E ora come faccio?

 

Uno dei problemi che ho riscontrato più volte è quello della mancanza dei file necessari per l’uso che mi viene richiesto.
La risposta a quella frase “puoi pensarci tu”, sarebbe sempre quella…”No perché…se hai pagato, come mai non hai le versioni necessarie per tutti gli utilizzi?”

Ti piacerebbe ripagare me per una cosa che hai già pagato?
Non preoccupatevi, questo non è un rimprovero ma una breve analisi di quello che succede solitamente in questi casi.
Voglio condividere con voi un breve elenco delle ragioni che portano spesso a queste problematiche:

  1. Nella peggiore delle ipotesi vi siete affidati al solito fai da te improvvisato (vedi cugino o amico in buona fede).
  2. Il logo è stato scaricato già fatto (clip art), o preso da internet e non è possibile fornire altre versioni.
  3. Chi ha realizzato il logo non è abbastanza preparato e non sa il perché della necessità di fornirlo con tutte le versioni necessarie al suo utilizzo.
  4. Il grafico in questione vi ha probabilmente fornito una sola versione perché volevate spendere poco.

 

Paghi poco ottieni poco

In questi anni, una tra le ragioni che ho più spesso riscontrato è stata proprio quella dell’aver voluto spendere poco, seguita sempre più spesso dal cugino/amico (un male che si riscontra ormai in tutte le attività e i mestieri…l’improvvisazione, anche se in buona fede).

Mi è capitato infatti di avere richieste tra le più strane ed inverosimili!
Tra queste:

  • Loghi presi da buste della spesa (parliamo di conosciuto negozio di abbigliamento), da cui estrapolarlo (rifarlo), e inserirlo in manifesto.
  • Scannerizzazione da un volantino per la stampa di magliette (doverlo rifare con costi aggiuntivi).
  • Fotografia inviatami per smartphone con il logo ripreso dall’insegna dell’attività (no comment).

Per tutte queste ragioni succede che mi vengano poi chieste le soluzioni a questi problemi che potevano benissimo non verificarsi (e questo comporta inevitabilmente un costo, che sia io o un altro grafico preparato a cui vi rivolgerete).

Per non incappare in queste fastidiose situazioni oggi vi fornisco un elenco di quelli che sono i tipi di file che dovete avere dal grafico che vi consegna il logo che avete richiesto.
Cercherò di non essere troppo tecnico:)

Ecco l’elenco:

  • .Eps
    File vettoriali detti “universali” – sono file usati nella stampa di grandi dimensioni (cartelloni, teloni di grandi misure, etc.), vengono usati anche e principalmente per la stampa di abbigliamento da lavoro, gadget, cappellini, packaging, borse, etc.
    Questo tipo di file non è più molto utilizzato ma può capitare che alcune tipografie o serigrafie, che usano macchinari di qualche anno fa, richiedano i file .eps per stampare.

 

  • .Pdf vettoriali
    I file .pdf sono i file più adatti per la stampa su qualsiasi superficie.
    Dall’editoria al packaging (imballaggi), all’abbigliamento ai gadget.
    Sono i più utilizzati e diffusi.
    I file PDF mantengono la trasparenza.
offset printing machine

Macchina da stampa offset

 

 

  • .Jpeg/Jpg
    Il .jpg è uno dei formati più diffusi online perché offre un’ottima compressione del file salvaguardandone la qualità.
    Questo comporta immagini che pesano molto poco e che mantengono la risoluzione.
    Uno dei problemi del .jpg è però che è un tipo di file “lossy“ (dall’inglese “loss”, perdere), cioè che perde qualità ogni volta che lo si modifica e lo si salva di nuovo.
    Il.jpeg non mantiene la trasparenza.

 

 

  • .Png
    Il .png risolve alcuni problemi del .jpg: non è lossy ma lossless (senza perdita di qualità) e quindi può essere modificato più volte senza perdere qualità e risoluzione.
    Conserva la trasparenza.
    Se per esempio dovesse servire inserire il logo su uno sfondo colorato all’interno di una pagina web , il .png con trasparenza è molto adatto e potrebbe essere il più indicato.

 

 

Questo elenco è per darvi un’idea di quelli che sono i file (di base), che dovreste ricevere dal grafico a cui vi affidate.
Sono indispensabili per tutti gli utilizzi che andrete a fare del vostro logo.
Sarebbero utili anche le varianti del logo quali; le varianti in orizzontale, versioni in scala di grigio,  monocromatiche e altre ancora (dipende dalle vostre necessità).
Infine non dimenticate di farvi consegnare anche il Manuale d’uso del vostro logo.
Il manuale d’uso vi consente di avere tutte le informazioni relative al logo, le misure minime, i colori utilizzati (Pantone, CMYK, RGB), informazioni indispensabili per una corretta resa in fase di stampa. Inoltre in questo manuale troverete anche la spiegazione dei tipi di files e il loro utilizzo (utile per voi e per la tipografia che andrà a stampare il vostro progetto, che sia una maglietta o l’etichetta del vostro nuovo vino), infatti fornendo queste informazioni non dovrete avere più questi fastidiosi inconvenienti.

 

Parlerò in un altro articolo del Manuale d’uso del logo e della funzione più dettagliatamente.
Se vuoi saperne di più iscriviti ora per restare aggiornato sui nuovi articoli del blog!

Ricordatevi di farvi sempre consegnare tutti i file necessari per l’utilizzo del vostro logo insieme ad un manuale d’uso:)

 

NO COMMENTS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll Up